Capita!

Non credo affatto che la vita sia quella cosa che CAPITA.

Sono pochissime le cose che capitano per caso. Un incidente improvviso, un evento naturale che ti travolge, qualche malattia. Perché anche in questo è da capire se ti sei messo nelle condizioni di renderti vulnerabile.
Non sono affatto fatalista. La vita, per lo meno nella nostra società, te la scegli. E se è una vita di merda, con chi te la vuoi prendere? Con il tuo capo, tua moglie, i soldi, il governo, il mondo, Dio? Se non sei felice soddisfatto orgoglioso di quello che sei e che hai costruito, di chi è la responsabilità?
Non ti scegli i parenti, eppure puoi scegliere con quali di loro avere a che fare. Non scegli dove nascere, puoi sempre scegliere dove morire. Puoi scegliere le amicizie e anche cambiarle nel tempo, ad una certa età scegli cosa fare da grande e puoi anche modificare la tua idea 100 volte, puoi scegliere se fare sacrifici per comprare l’auto dei tuoi sogni. Puoi anche scegliere a chi donare il tuo amore anche se ti spezza il cuore. In fondo, puoi anche scegliere di non starci male. Tutte le scelte hanno pro e contro, devi solo decidere da che parte stare. Siamo circondati di opportunità, le possibilità di cambiare le cose sono innumerevoli.
A volte faccio un gioco con me stessa: rivedo il mio passato e cerco di capire come un evento sia stato determinante per me e cosa mi abbia lasciato dentro, cerco di trovare un senso agli eventi della mia vita, qualunque esso sia, senza cercare le risposte negli altri. Questo mi aiuta a mettere ordine, a consolarmi o ad insegnarmi. Sono convinta che nella mia vita ci siano forse tre o quattro cose importanti che mi sono successe e su cui non ho avuto potere decisionale. Tutto il resto io l’ho voluto desiderato cercato e ottenuto. Se sono quella che sono lo devo a me, nel bene e nel male, non ho niente da recriminare e niente da rimpiangere.
Per cui, basta a chi si lamenta sempre, a chi si piange addosso, a chi aspetta sempre che siano gli altri a fare qualcosa per loro, a chi scarica le responsabilità fuori da sé e non si guarda dentro. Non li capisco, non li giustifico. La vita è una e alla fine dei miei giorni spero di potermi guardare indietro e sentire la soddisfazione di averla costruita esattamente come volevo.
Annunci

Volare

Ho paura di volare. Non credevo che mi sarebbe mai potuto accadere. Ho vissuto anni interi nella consapevolezza che nulla mi avrebbe spaventato fermato o travolto. Poi, la vita cambia. A volte improvvisamente, a volte piano piano. Le persone cambiano molto meno delle situazioni, stupiscono molto meno della vita. Mi lascio sorprendere dalla vita mentre mi abituo ad avere a che fare con comportamenti e atteggiamenti di sempre. Che poi è anche rassicurante. In mezzo alla costante e rapida mutazione del mondo, del mio mondo, so che alcune persone sono sempre le stesse, conosco già le mosse come in una partita a scacchi già giocata, vinta o persa.

Finché non arriva qualcuno che stravolge tutto, che mi dimostra che niente è impossibile, che ha deciso di mettere alla prova la vita molto più di quanto la vita abbia messo alla prova lui. Qualcuno che mi vede annaspare e perdermi completamente nei miei labirinti e dice: non temere, ti trovo io. Così, semplice ed immenso. E la terra trema sotto i piedi, di gioia e di paura.

La sua è una richiesta silenziosa e granitica di spiccare il volo, si trasforma dentro di me nella roccia solida e compatta da cui lanciarsi nel vuoto, senza temere tonfi e perdite di quota improvvise. Non c’è insistenza nelle parole, non c’è tremore nella voce, non c’è ombra nello sguardo. Lo so, lo sappiamo. Non è facile, non sarà improvviso. Eppure sento dentro di me crescere il desiderio di mollare imbracature e paracaduti e lanciarmi nel vuoto.

arcanamea

“Noi non vediamo le cose come sono, noi le vediamo come siamo.” (Talmud)

la stanza dei pensieri

pensieri in disordine

Tatiana Martino

-illustrAutrice-

Lupetta above all

...i miei pensieri...

Ed Felson

Scusate, richiamo dopo.

Al di là del Buco

Verso la fine della guerra fredda (e pure calda) tra i sessi

Lo Schiaffo

ti arriviamo diritti in faccia

Estro e Fornelli

La passione che passa attraverso il palato

Confessioni di una mente Cinica Isterica e Romantica

Non si è mai abbastanza pronte per uno stronzo

la prima notte d'estate

strade diritte e pensieri curvilinei

Sendreacristina

Opere. (tell : 3403738117 )

Tioly Shore

L'idea mi è nata mentre ero seduto sulla tazza. Quella che uso per fare colazione.

pensierifusi

Un posto dove scrivere

Cammello Blu

Le cose che non capisco

dodicirighe

...di più equivale a straparlare.

Shock Anafilattico

Gatti non foste a viver come bruti

filosofo79

io, me e l'Altro: dove il silenzio è talvolta rotto da Alberto Trentin

Seidicente

Possiedo sogni e ragione

STILEMINIMO

FACCIO PASSI

LE PAROLE PER DIRLO

"Le parole sono l'impronta che lasciamo volando via". (A. Tabucchi)

im1dreamer

Ai sognatori e ai folli, perché in fondo sono la stessa cosa.

Carlo Galli

Parole, Pensieri, Emozioni.

Diario di un 35N ( anche se non lo sono più)

idee e opinioni della mia quotidianità

Il nuovo mondo di Galatea

Diario ironico dal mitico nordest

aMe's world

Welcome to aMe's world. I'll show you my illusion.

Emozioni in immagini

Le cose sono unite da legami invisibili. Non puoi cogliere un fiore senza turbare una stella. (Galileo Galilei)

vagone idiota

Spesso un treno é un teatro mobile.

La vita è bella

diario semiserio e surreale di vita vissuta

la memoria dei pensieri

contenitore di parole in libertà

rossaho

Tanti secondi messi insieme fanno una vita intera...

Ombra

contenitore di parole in libertà

Manuel Chiacchiararelli

Writer, photographer, explorer

Vince e il mondo

Per lo più cazzate e deliri

andreapalazzopalix

This WordPress.com site is the cat’s pajamas

Il vento cambia

Per chi ha voglia di aria nuova

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: