Per strada

Guido piano, stasera, nella corsia più lenta. Sulla mia strada c’è così tanto da vedere, stasera. È la stessa che faccio sempre, provo a godermi il viaggio, stasera, senza la mia solita fretta. Chissà da cosa fuggo e cosa spero di trovare se arrivo in tempo. Ti vedo sul marciapiede, mentre guardi le macchine che scorrono veloci. Mi fermo, apro la portiera. ‘Sali, vieni con me.’
Sorridi, dai un ultimo sguardo al cielo o alla luce dei lampioni o ad un punto lontano, oltre. Non so. E ti siedi accanto a me. Ingrano la prima, riparto piano. In mezzo al traffico della mia strada, della mia vita, scopriamo come amare senza riserve senza confini. Un viaggio che ci porta in posti che non conosciamo, di cui non sappiamo neanche il nome. E dopo un pò, chilometri o anni, mi dici che siamo andati troppo lontano, e cerchi su carte e ricordi la strada per tornare indietro. Perché preferisci fermarti qui e scendere solo per il dubbio che possa essere la strada sbagliata. E mi dici che non vuoi una situazione in bilico e che le cose poi succedono e non sapresti come fare.
Io continuo a guidare, guardo avanti e guardo te. Prendo strade senza uscita, già percorse o mai battute da noi, e da te e me insieme, che poi non è la stessa cosa, e tu lo sai. So cosa vorresti dirmi, immagino ogni tua parola. Ed io ti parlo di quello che vedo da quando siedi accanto a me, di questo viaggio. In una storia come la nostra, in una vita come la nostra, mi chiedo perché dobbiamo fermarci, la macchina va con la musica che io ho scelto per te e che tu hai scelto per me. Non puoi sprecare energie a chiederti come prendere la strada per tornare indietro, tanto indietro non si torna mai, non puoi controllare ogni angolo ogni bivio sperando di trovare quello che hai lasciato. Magari è anche meglio non riconoscere mai più la strada del ritorno. Magari è anche meglio prendere una strada senza essere sicuri che sia quella giusta. Perché, se non hai fretta, ci porterà proprio lì dove vogliamo arrivare.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

arcanamea

“Noi non vediamo le cose come sono, noi le vediamo come siamo.” (Talmud)

la stanza dei pensieri

pensieri in disordine

Tatiana Martino

-illustrAutrice-

Lupetta above all

...i miei pensieri...

Ed Felson

Scusate, richiamo dopo.

Al di là del Buco

Verso la fine della guerra fredda (e pure calda) tra i sessi

Lo Schiaffo

ti arriviamo diritti in faccia

Estro e Fornelli

La passione che passa attraverso il palato

Confessioni di una mente Cinica Isterica e Romantica

Non si è mai abbastanza pronte per uno stronzo

la prima notte d'estate

strade diritte e pensieri curvilinei

Sendreacristina

Opere. (tell : 3403738117 )

Tioly Shore

L'idea mi è nata mentre ero seduto sulla tazza. Quella che uso per fare colazione.

pensierifusi

Un posto dove scrivere

Cammello Blu

Le cose che non capisco

dodicirighe

...di più equivale a straparlare.

Shock Anafilattico

Gatti non foste a viver come bruti

filosofo79

io, me e l'Altro: dove il silenzio è talvolta rotto da Alberto Trentin

Seidicente

Possiedo sogni e ragione

STILEMINIMO

FACCIO PASSI

LE PAROLE PER DIRLO

"Le parole sono l'impronta che lasciamo volando via". (A. Tabucchi)

im1dreamer

Ai sognatori e ai folli, perché in fondo sono la stessa cosa.

Carlo Galli

Parole, Pensieri, Emozioni.

Diario di un 35N ( anche se non lo sono più)

idee e opinioni della mia quotidianità

Il nuovo mondo di Galatea

Diario ironico dal mitico nordest

aMe's world

Welcome to aMe's world. I'll show you my illusion.

Emozioni in immagini

Le cose sono unite da legami invisibili. Non puoi cogliere un fiore senza turbare una stella. (Galileo Galilei)

vagone idiota

Spesso un treno é un teatro mobile.

La vita è bella

diario semiserio e surreale di vita vissuta

la memoria dei pensieri

contenitore di parole in libertà

rossaho

Tanti secondi messi insieme fanno una vita intera...

Ombra

contenitore di parole in libertà

Manuel Chiacchiararelli

Writer, photographer, explorer

Vince e il mondo

Per lo più cazzate e deliri

andreapalazzopalix

This WordPress.com site is the cat’s pajamas

Il vento cambia

Per chi ha voglia di aria nuova

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: