Specchio

Cerca uno specchio, il più vicino che trovi e guardati. Guarda il tuo viso e dimmi ciò che vedi. Dimmi se ti riconosci, se ti vedi cambiato pur essendo sempre e comunque uguale a te stesso.

Raccontami le tue rughe agli angoli degli occhi, spiegami cosa vedi nel tuo sguardo, fammi capire cosa c’è di diverso, tutto quello che lei non è più in grado di capire in te.

Dev’esserci stato un momento nella tua vita, un istante preciso, in cui hai smesso di farti vedere per quello che sei, in cui hai deciso che tutto quello che di bello avevi e che hai mostrato a lei ha smesso di essere importante e puro, per diventare un’eco sbiadita di te stesso, una copia in bianco e nero della tua anima. E ti sei mostrato anche davanti a lei come tutti gli altri ti vedono, hai smesso di considerarti speciale ai suoi occhi e sei diventato banale, ordinario, o forse anche peggio, crudele.

No, non smettere. Continua a guardarti, continua a rimanere fermo davanti al tuo specchio, lascia che l’immagine di te rimanga riflessa e impressa nella tua mente.

E continua a raccontarmi. Magari raccontami dei baci che le davi con quelle labbra, di tutti quei baci rubati al tempo ai doveri al mondo intero, di quando hai voluto erigere il tuo amore per lei sui tuoi baci, e spiegami ora, se puoi, se sai, il senso di ognuno di quei baci. Trova il modo per farmi capire come hai potuto soffocare le parole con i tuoi baci, le parole che avrebbero detto ad entrambi che non avreste mai potuto essere capaci di amarvi, non avrebbe mai potuto esserci niente per voi due insieme. Spiegami come farà a capire che ognuno di quei baci era una menzogna, una bugia che hai costruito per lei, per farti credere migliore di quello che sei, capace di farla felice, di farla sentire la donna più amata al mondo.

Guardati e cerca le parole dentro di te, quelle che vuoi, per togliere significato ai giorni trascorsi insieme, alle passeggiate, alle fotografie, alle lettere, alle promesse, ai tramonti che hai voluto condividere con lei.

Svelami come hai potuto guardarla negli occhi e dirle che sapevi che eri sul punto di perderla e hai deciso di non fare niente, di non combattere per lei, di non lottare per lei, di vederla scivolare via dalle tue mani, dal tuo abbraccio senza pensare che perdevi lei e la parte più vera di te.

E , ora, con gli stessi occhi con cui dicevi di amarla, guardati attorno e giurami che lei non è più lì accanto a te, nelle pieghe del tuo viso, nell’aria che respiri, nei pensieri che fai, nei sogni che ti tormentano. Giurami che lei non è più lì accanto a te ed io sparirò. Per sempre.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

arcanamea

“Noi non vediamo le cose come sono, noi le vediamo come siamo.” (Talmud)

la stanza dei pensieri

pensieri in disordine

Tatiana Martino

-illustrAutrice-

Lupetta above all

...i miei pensieri...

Ed Felson

Scusate, richiamo dopo.

Al di là del Buco

Verso la fine della guerra fredda (e pure calda) tra i sessi

Lo Schiaffo

ti arriviamo diritti in faccia

Estro e Fornelli

La passione che passa attraverso il palato

Confessioni di una mente Cinica Isterica e Romantica

Non si è mai abbastanza pronte per uno stronzo

la prima notte d'estate

strade diritte e pensieri curvilinei

Sendreacristina

Opere. (tell : 3403738117 )

Tioly Shore

L'idea mi è nata mentre ero seduto sulla tazza. Quella che uso per fare colazione.

pensierifusi

Un posto dove scrivere

Cammello Blu

Le cose che non capisco

dodicirighe

...di più equivale a straparlare.

Shock Anafilattico

Gatti non foste a viver come bruti

filosofo79

io, me e l'Altro: dove il silenzio è talvolta rotto da Alberto Trentin

Seidicente

Possiedo sogni e ragione

STILEMINIMO

FACCIO PASSI

LE PAROLE PER DIRLO

"Le parole sono l'impronta che lasciamo volando via". (A. Tabucchi)

im1dreamer

Ai sognatori e ai folli, perché in fondo sono la stessa cosa.

Carlo Galli

Parole, Pensieri, Emozioni.

Diario di un 35N ( anche se non lo sono più)

idee e opinioni della mia quotidianità

Il nuovo mondo di Galatea

Diario ironico dal mitico nordest

aMe's world

Welcome to aMe's world. I'll show you my illusion.

Emozioni in immagini

Le cose sono unite da legami invisibili. Non puoi cogliere un fiore senza turbare una stella. (Galileo Galilei)

vagone idiota

Spesso un treno é un teatro mobile.

La vita è bella

diario semiserio e surreale di vita vissuta

la memoria dei pensieri

contenitore di parole in libertà

rossaho

Tanti secondi messi insieme fanno una vita intera...

Ombra

contenitore di parole in libertà

Manuel Chiacchiararelli

Writer, photographer, explorer

Vince e il mondo

Per lo più cazzate e deliri

andreapalazzopalix

This WordPress.com site is the cat’s pajamas

Il vento cambia

Per chi ha voglia di aria nuova

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: